L'arte in una stanza: Paesaggi italiani 1909-1925

Cinque maniere diverse di rappresentare paesaggi italiani nel primo Novecento esemplificate attraverso cinque dipinti di altrettanti maestri: dalla panoramica piena di energia di una periferia milanese, dipinta da Boccioni, al lirismo di una visione lacustre di Carrà, passando attraverso un singolare paesaggio toscano di Severini futurista, la malinconia di un giovanissimo de Pisis e un’epica veduta di Sironi, tra lago e montagna.

Con pochi quadri di rara qualità, accompagnati da alcuni disegni, la mostra esemplifica la ricchezza di proposte artistiche intorno alla Prima guerra mondiale, con una stupefacente varietà di soluzioni stilistiche e di linguaggio tra avanguardia (Boccioni, Severini) e ritorni all’ordine (de Pisis, Carrà, Sironi).

UMBERTO BOCCIONI - Crepuscolo /1909/
UMBERTO BOCCIONI - bozzetto per Crepuscolo /1909/
GINO SEVERINI - Paesaggio Toscano /1912-1913/
FILIPPO DE PISIS - La casa col pino /1916/
CARLO CARRÀ - Sera sul lago /1924/
CARLO CARRÀ - Lago Maggiore /1924/
MARIO SIRONI - L’aratura /1925-26/
MARIO SIRONI - bozzetto per L’aratura /1925-26/

Paesaggi italiani

PRESENTE, PASSATO E FUTURO - Ciclo di conferenze

Oltre alla mostra PAESAGGI ITALIANI 1909-1925, la Fondazione Pasquinelli organizza un ciclo di conferenze per restituire un frammento della stagione sperimentale delle arti nel contesto italiano attraverso incontri con proiezioni, letture poetiche e ascolti di brani musicali.

1/ ENERGIE URBANE, MEMORIE CAMPESTRI Antonello Negri – 29 ottobre 2014
2/ ZANG TUMB TUMB, M’ILLUMINO D’IMMENSO OPPURE UNA MAMMA È COME IL MARE? Andrea Kerbaker – 5 novembre 2014, con letture
3/ PAESAGGI NEL CINEMA ITALIANO DEGLI ANNI DIECI E VENTI: RAPPRESENTAZIONE TRADIZIONALE E SPERIMENTAZIONE VISIVA Raffaele De Berti – 12 novembre 2014, con proiezioni
4/ “PAGINE DI GUERRA” TRA MUSICA E CINEMA Emilio Sala – 19 novembre 2014, con ascolti musicali

GIOCARE CON ARTE. LA SEZIONE DIDATTICA

Con la mostra PAESAGGI ITALIANI 1909-1925, la Fondazione Pasquinelli inaugura, presso la propria sede di Corso Magenta 42 a Milano, una sezione didattica dedicata a un pubblico dai 6 ai 10 anni, offrendo ai bambini la possibilità di avvicinarsi all’arte del Novecento divertendosi.

Come viene vissuto e rappresentato il paesaggio nell’arte del XX secolo? In quale delle opere in mostra i bambini ritrovano figure e cose che già conoscono? E al contrario, che cosa c’è di lontano dai paesaggi a loro più familiari? E quali differenze tra un quadro di un paesaggio e una fotografia? Possiamo inventare nuovi paesaggi del futuro? 
Il tour toccherà luoghi reali e immaginari – la periferia di Milano, la campagna toscana, laghi e monti… – cercando di entrare nella concretezza dell’invenzione artistica: i diversi modi di rappresentare, di raccontare, di usare disegno e colori.

PAESAGGI ITALIANI 1909-1925

Energie urbane, memorie campestri

Conferenza a cura di Antonello Negri – 29 ottobre 2014.

larteinunastanza.fondazionepasquinelli.org

PAESAGGI ITALIANI 1909-1925

Zang Tumb Tumb, M’illumino d’immenso oppure Una mamma è come il mare?

Conferenza a cura di Andrea Kerbaker – 5 novembre 2014.

larteinunastanza.fondazionepasquinelli.org

PAESAGGI ITALIANI 1909-1925

Paesaggi nel cinema italiano degli anni dieci e venti: rappresentazione tradizionale e sperimentazione visiva

Conferenza a cura di Raffaele De Berti – 12 novembre 2014

PAESAGGI ITALIANI 1909-1925

“PAGINE DI GUERRA” TRA MUSICA E CINEMA

Conferenza a cura di Emilio Sala – 19 novembre 2014