Paesaggi e nature morte di classici moderni

Paesaggio e natura morta – che nella pittura antica hanno un ruolo
marginale rispetto alle grandi composizioni storiche, religiose, mitologiche
– negli ultimi secoli hanno gradatamente acquisito autonomia
e importanza, soprattutto come espressioni di pittura pura
nella quale linguaggio e stile, sintassi e grammatica, diventano più
significativi e interessanti del soggetto.
In questa sesta puntata del ciclo “L’arte in una stanza”, il paesaggio
è rappresentato da opere di due artisti che hanno guardato entrambi
al modello di Cézanne, interpretandolo in termini pittorici
opposti: Maurice de Vlaminck esalta le qualità timbriche del colore,
Giorgio Morandi distilla le forme in raffinatissimi passaggi di valori
tonali. In mostra, l’universo magico del suo studio di Bologna viene
evocato da una piccola selezione di fotografie scattate da Lamberto
Vitali, suo grande amico, interprete e collezionista.
Quanto alla natura morta, due composizioni di Georges Braque e
Pablo Picasso esemplificano, ciascuna con estrema qualità e originalità,
due modi diversi di sviluppare, nel corso della prima metà
del Novecento, la comune matrice cubista.

MAURICE DE VLAMINCK
La casa del pittore (la Jonchère) / 1914 /

GIORGIO MORANDI – Cortile di via Fondazza / 1954 /

GEORGES BRAQUE – Bottiglia, zuppiera, fichi / 1924 /

PABLO PICASSO
Natura morta con cesto di frutta / 1942 /

paesaggi

TRA STORI E E STILE. Ciclo di conferenze

Tre conferenze con proiezioni e letture su aspetti particolari del tema di volta in volta affrontato: l’influenza della tragedia della guerra sulla produzione letteraria e artistica del tempo, la rappresentazione del paesaggio e il genere autonomo della natura morta alla fine del XVI sec.

1/ SE LA NATURA È MORTA L’ANIMA NON STA MOLTO MEGLIO
Andrea Kerbaker, mercoledì 12 aprile 2017, ore 18.30

2/ LA PITTURA DI PAESAGGIO: UN’ARTE MINORE?
Antonello Negri, mercoledì 26 aprile 2017, ore 18.30

3/ LA NATURA MORTA: UN PERCORSO
Fiorella Frisoni, mercoledì 10 maggio 2017, ore 18.30

GIOCARE CON ARTE. LA SEZIONE DIDATTICA

La sezione didattica, dedicata a un pubblico dai 6 ai 10 anni, offre ai bambini la possibilità di avvicinarsi all’arte del Novecento divertendosi.

Per le scuole primarie

SILENZIO! PARLANO LE COSE!
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.00
Visita guidata di un’ora e mezza per capire come gli artisti compongono le nature morte.

Per bambini e famiglie

CASE E COSE D’ARTISTA
Sabato 6 e 1 3 maggio 2017 dalle 16.00 alle 17.30
Come sono gli atelier degli artisti? Da che oggetti traggono ispirazione? Un pomeriggio per scoprirlo…

 

Paesaggi e nature morte di classici moderni

In questa sesta puntata del ciclo “L’arte in una stanza”, il paesaggio è rappresentato da opere di due artisti che hanno guardato entrambi al modello di Cézanne, interpretandolo in termini pittorici opposti: Maurice de Vlaminck esalta le qualità timbriche del colore, Giorgio Morandi distilla le forme in raffinatissimi passaggi di valori tonali. In mostra, l’universo magico del suo studio di Bologna viene evocato da una piccola selezione di fotografie scattate da Lamberto Vitali, suo grande amico, interprete e collezionista.