Arte
La sala d'Apollo, 1920

Nel campo artistico, la Fondazione si propone di intervenire soprattutto nel solco degli interessi di Francesco Pasquinelli, importante collezionista di arte visiva italiana e internazionale del ‘900. Sarà questo l’ambito temporale privilegiato di intervento della Fondazione, esercitato principalmente in due aree:

  • la divulgazione della conoscenza del patrimonio artistico, attraverso l’organizzazione in prima persona di mostre ed esibizioni di opere di primaria importanza, di conferenze e piccoli convegni dedicati alle opere esposte, e – più in generale – di attività volte alla pubblicizzazione di quanto esibito;
  • in linea con l’attenzione ai giovani delle altre attività della Fondazione, sarà inoltre dato particolare rilievo al mondo giovanile in due direzioni:
    • l’incoraggiamento alla creatività delle giovani generazioni, attraverso il finanziamento di nuove opere che possano contribuire a ridecorare il panorama urbano;
    • la formazione, attraverso iniziative didattiche e ludiche – dedicate in particolare al mondo della scuola primaria – in parallelo con l’attività musicale.
LOGO rosso

L'arte in una stanza

LA FONDAZIONE PASQUINELLI E LA COLLEZIONE ANTOGNINI

In sintonia con la vocazione della Fondazione Pasquinelli a un godimento pubblico della bellezza, specialmente rivolto alle generazioni più giovani, la collezione si offre ora a tutti i milanesi, presentata attraverso un programma di sette piccole mostre tutte allestite in una stanza. Una scelta – quella di condividere con i concittadini, e non soltanto, una passione privata – in linea con una tradizione molto civile e tipicamente ambrosiana, a suo tempo esemplarmente interpretata da Gianni Mattioli e, più recentemente, da Antonio Boschi e Marieda Di Stefano.

Ogni mostra – allestita su un tema o una tendenza, mettendo a confronto i modi espressivi di artisti diversi, ma anche su un singolo artista – sarà arricchita da conferenze di argomento poetico, letterario, musicale, mentre un programma d’incontri e laboratori dedicati ai più piccoli introdurrà anche i bambini ai piaceri dell’arte.

Vai al sito larteinunastanza.fondazionepasquinelli.org per scoprire di più sulla mostra in corso IMMAGINAZIONI, INVENZIONI, GESTI: GLI ANNI CINQUANTA, o guarda le mostre precedenti: 

Paesaggi italiani 1909-1925

Paesaggi italiani 1909-1925
Video e interviste

Incanti

Incanti
Video e interviste

Figure

Figure 1913-1942
Video e interviste

Figure

Futurballa 1913-1918
Video e interviste

Miro 100

Geometrie e lirismi intorno al 1930
Video e interviste

Vlaminck 100

Paesaggi e nature morte di classici moderni
Video e interviste

BAGUTTA: IL PATRIMONIO RECUPERATO

giugno 2017

bagutta

Ospite alla Fondazione la mostra di una parte della collezione di quadri del Bagutta, acquistati da un anonimo milanese che li mette a disposizione della città, a testimonianza di decenni di storia d’Italia culturale, sportiva, aziendale, con i personaggi di quegli anni: da Filippo De Pisis a Lucia Bosè, da Fausto Coppi a Eugenio Montale, da Italo Balbo a Indro Montanelli. Leggi di più...

PINUCCIO SCIOLA - PIETRE SONORE

aprile 2016

sciola

L’opera di Pinuccio Sciola aderisce all’intenso e consolidato dialogo tra le diverse discipline artistiche, alle complicità reciproche tra scultura, architettura, arti visive, letteratura, musica. Un dialogo in cui i linguaggi si aprono e si attraggono reciprocamente, fondendosi.

Le Pietre sonore, blocchi di materia solida (basalto, calcare) che adeguatamente lavorati portano alla luce una natura morfologica splendidamente suggestiva, espandono una voce, un’intima manifestazione sonora liberata dal gesto scultoreo, dalla forma stessa assunta dal solido, dalla partecipativa interazione del fruitore con questa voce, questo mondo di suoni imprigionati da sempre. Leggi di più...

Lorenzo Piovella -CITYSCAPE/PRESETS

marzo 2016

skyscraper-mini

Fondazione Pasquinelli ospita Lorenzo Piovella, giovane fotografo, con la mostra CITYSCAPE/PRESETS che ha come oggetto l’edificio alto e si articola attraverso il confronto tra due serie fotografiche realizzate in luoghi e tempi diversi: SLICES/HIGHRISE (2012-2014) e OH GOLD! (2015).

I suoi scatti infatti non vogliono documentare gli sviluppi architettonici di Milano nei termini di un reportage; erede della scuola di Düsserdolf, che a cavallo degli anni duemila ha reso famosa la fotografia d’architettura che raffigura edifici industriali mettendone in evidenza i moduli e le griglie di costruzione ricorrenti, ha applicato lo stesso sguardo agli edifici contemporanei della città. Leggi di più...

KayOne - Moti dell'animo

ottobre 2015

KayOne

Per i suoi frequentatori la Fondazione Pasquinelli è un buen retiro dove gustare, nella pace rarefatta dell’Arte in una stanza, capolavori dell’arte moderna ormai diventati classici: i Cezanne, i Van Gogh, gli Chagall, patrimonio fondante del nostro presente artistico. Che ci fa ora qui un graffittaro o, come si dice più nobilmente oggi, uno street artist?
È una strada che Pina Antognini, presidente della Fondazione, ha deciso di imboccare seguendo le sue curiosità, che l’hanno sempre portata a esplorare tutti gli aspetti del nuovo. E il nuovo, nell’arte a fine Novecento, ha anche il volto di KayOne, artista capace di parlare ai giovani attivo da vent’anni che ha esposto sullo scenario internazionale di New York, ha collaborato al progetto del Muro della legalità promosso dalla Fondazione Pasquinelli sul muro periferico del Tennis Club Milano allo scopo di promuovere una riqualificazione urbana, e ora trasporta la sua forza espressiva per adattarla a questo spazio, in apparenza così estraneo. Con questa operazione, la Fondazione Pasquinelli conferma la sua vocazione non solo di spazio espositivo, ma di ricerca per scoprire le molteplici strade della creatività artistica. Leggi di più...

Ultrafragola Channels

Ultrafragola Channels

Fondazione Pasquinelli sostiene Ultrafragola Channels, la prima web TV dedicata all'arte, la cultura e il design in Italia.

Piccolo webtv

Piccolo webtv

“Mai come in questo momento il teatro – così come la musica e l’arte - hanno bisogno di essere trasmessi come valori e bagaglio culturale alle nuove generazioni, soprattutto attraverso i mezzi di comunicazione utilizzati dai giovani”.

Con queste parole Giuseppina Antognini, presidente della Fondazione Pasquinelli, ha commentato la decisione di sostenere la web tv del Piccolo Teatro di Milano che, attraverso internet, “diffonde contributi culturali che il teatro produce durante le proprie stagioni”.

VIDEO

Immaginazioni, invenzioni, gesti: gli anni Cinquanta

Nel secondo dopoguerra, e sino ad anni Sessanta inoltrati, la scena artistica internazionale è in larga parte caratterizzata da un’interpretazione dell’astrattismo dove prevale la traduzione formale di proprie pulsioni profonde attraverso gesti, scritture automatiche, colori combinati a materiali diversi in funzione anche brutalmente espressiva.

Tale tendenza accomuna artisti di diverse generazioni, qui rappresentati dai più vecchi Licini, Fontana e Hartung e dai più giovani Mathieu e Riopelle.