I sentieri segreti di Pinin Carpi

23 febbraio - 23 marzo 2018

2 thumb La Fondazione Pasquinelli propone con questa mostra una selezione di acquerelli dello scrittore e illustratore Pinin Carpi (Milano 1920-2004); acquerelli dotati di una straordinaria magia, sottilmente legata al mondo figurativo nordico. Prediletti da Pinin Carpi figurano infatti Jan Brueghel il Vecchio, il cui influsso è evidente nelle figurine affaccendate delle tavole del libro Il sentiero segreto, e gli inglesi Arthur Rackham e William Turner, il primo illustratore con le sue atmosfere magiche mentre il secondo con le sue macchie ariose dei paesaggi.

Altrettanto significativo è l’influsso della pittura cinese con le sue piccole figure che abitano vasti scenari naturali. Riferimenti figurativi che Pinin Carpi elabora in uno stile unico, calibrato sull’immaginario infantile, destinatario principale della sua opera scritta e disegnata. Col tempo la scrittura e l’illustrazione di Pinin Carpi arrivano a coincidere: lo dimostra la bambina de’ Il sentiero segreto la cui figura quasi impercettibile vive le vicende più varie in diversi punti della stessa tavola, permettendo al piccolo lettore di immergersi completamente nelle sue vicissitudini, scoprendo poco alla volta con l’attenzione tutti i suoi incontri fantastici e affettuosi e, come in ogni avventura, a volte anche temibili.

Conferenza, giovedì 1 Marzo 2018 - ore 18.30
PININ CARPI: ARTE, FANTASIA E GIOCO

La storica dell’arte Marta Sironi racconterà il percorso artistico di Pinin Carpi attraverso la vitalità narrativa dei suoi acquerelli.

Pinin Carpi. Biografia

Fin da bambino Pinin Carpi (Milano 1920-2004) scrive e illustra storie. Continuerà per tutta la vita a partire da Cion Cion Blu (1968), primo della serie miracolosa di romanzi in cui Pinin, dice Roberto Denti, “racconta le sue storie per il solo piacere di trasmettere fatti e personaggi”. Seguono molti altri romanzi, racconti e poesie. Ma a partire da Le avventure di Lupo Uragano (1975) Pinin illustra i suoi libri da sé: è l’inizio della sua storia, davvero unica, di illustratore-scrittore che si dedica in modo approfondito anche alla “cultura per i piccoli”. Nella sua enciclopedia Il mondo dei bambini, nella serie fortunatissima Arte per i bambini e nel manuale Alla scoperta dell’arte Pinin inventa un metodo innovativo per avvicinare i piccoli lettori alla pittura. Il suo vasto lavoro di illustratore culmina nelle straordinarie tavole de Il sentiero segreto (1984), in cui una bambina, a un certo punto del racconto, attraversa senza parole mondi straordinari e magici raccontati solo dalle immagini.

Giocare con l'arte. La sezione didattica

In occasione della mostra I sentieri segreti di Pinin Carpi la sezione didattica della Fondazione Pasquinelli propone:

Per le scuole primarie

da lunedì a venerdì, dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 14.00 alle 16.00

DENTRO UNA MACCHIA DI COLORE…

Visita con il racconto della storia e delle illustrazioni esposte e laboratorio artistico di pittura ad acquerello, secondo una tecnica che Pinin Carpi ha utilizzato molto spesso per l’esecuzione delle sue tavole: trasformare le macchie dipinte a caso in scene e figure.

I piccoli visitatori sono stimolati sotto l’aspetto emozionale, creativo ed espositivo del lavoro realizzato.

Per bambini accompagnati dalle famiglie

sabato 17 marzo, dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.30

ANDIAMO A TEATRO CON PININ CARPI

Workshop per bambini dai 6 ai 10 anni con gli allievi del Corso di Specializzazione per Scenografo di Teatro dell’Accademia Teatro alla Scala.

I sentieri segreti di Pinin Carpi